News

Panda 4.1: nessuna paura per chi scrive contenuti di qualita'!

Google-Panda-4.1-Update

E' bello pensare di poter essere premiati per aver fatto la cosa giusta. Se avete seguito tutte le indicazioni di bigG per la scrittura dei vostri contenuti, probabilmente avreete (avremo!) a breve una ricompensa per il nostro bel lavoro. E dobbiamo ringraziare (?) Google.

Panda 4.1 ha iniziato il lancio ufficiale il 25 settembre e dopo circa una decina di giorni aveva gia' colpito dal 3% al 5% 3 dei risultati in serp (su google.com). Ora la situazione pare stabilizzata, con il risultato che alcuni siti "non esattamente di qualità"si son visti tagliare circa il 90% del traffico organico; dall'altra parte diversi siti sono invece stati premiati con un importante flusso di visitatori. E tutto questo fatto sulla base di ciò che Google considera un buon contenuto o un cattivo contenuto.

Panda ricordiamo che colpisce prevalentemente siti che non hanno molto contenuto, o hanno un contenuto non coinvolgente per i visitatori. 

Panda e Penguin vengono spesso confusi, ma se puo' esservi d'aiuto ricordate che nessuno vuole un Panda magro: è Panda grasso che l'utente (e Google) vuole. Per ulteriori specifiche sulle differenze tra Panda e Penguin (sia Pigeon che Hummingbird), potete leggere l'articolo integrale di Melih Oztalay “SEO: Understanding Pandas, Penguins, and Pigeons.”. 

 

Come Google definisce i 'buoni contenuti'

Google ha molti modi per definire buoni contenuti ed un buon elenco di questi metodi rispecchia passo a passo i suggerimenti che lo stesso Google ha dato ai webmaster per evitare di essere "abbattuti" da Panda. Ad esempio, un buon contenuto sa tenere l'attenzione dell'utente, vale a dire che le pagine con un buon contenuto avranno una frequenza di rimbalzo bassa. Buon contenuto si tradurrà in un buon tempo di permanenza e più pagine viste. 

Un altro segno di "buon contenuto" è il ritorno sullo stesso articolo da parte dello stesso lettore, quindi la possibilità che il vivitatore torni più e più volte.

Queste sono le misure quantitative. 

Gli altri parametri come l'autorità e la qualità editoriale sono molto più sfuggenti per il Googlebot, ma non per i recensori umani.

Quando Panda aveva fatto la sua comparsa  nel lontano 2011, si era assistito ad ogni sorta di pianto e stridore di denti perché nessuno capiva il motivo per cui il proprio sito era stato penalizzato e quindi non si sapeva nemmeno come risolvere la faccenda. In risposta a questo, Google aveva pubblicato un elenco di domande che i webmaster avrebbero dovuto porsi sui propri siti.

In questa raccolta c'erano 23 domande di cui ben 21 indirizzata alla qualità editoriale! Meditate gente, meditate...

 

 

DOWNLOAD BROCHURE

Scarica la nostra brochure aziendale

brochure

RICHIESTA INFORMAZIONI

Vuoi maggiori informazioni sulla nostra azienda e i nostri servizi? Scrivici o richiedi un preventivo personalizzato: troveremo la soluzione adatta alla tua azienda!

contattaci subito!

 

CI PIACE CONDIVIDERE LE NOVITA', SOLO QUANDO SERVE!