News

La Spagna e pirateria online: fino a 6 anni di carcere

cyberpirateriaPer molti anni lo stato spagnolo era sembrato una sorta di zona franca per i cybernauti a caccia di link in grado di permettere il download di file che violano la legge in materia di copyright. Ora il governo iberico sembra voler dare un messaggio molto incisivo circa i rischi che gli amministratori di tali “servizi” rischiano perpetuando questa condivisione illegale. Il Consiglio dei Ministri si e’ gia’ espresso favorevolmente e se anche il Parlamento votasse in appoggio a tale riforma il procedimento penale per i colpevoli andrebba da un minimo di sei mesi fino ad un massimo di sei anni di reclusione.

Una nota chiarisce il senso di tale provvedimento:  "In nessun caso - assicurano le autorità spagnole - si agirà contro utenti e motori di ricerca che operano in maniera neutrale, né contro i software P2P che consentono di condividere contenuti". Per essere condannati, i gestori dei siti di link dovranno contribuire ", non c’e’ nessun intento di censura in tale iniziativa ma un necessario adeguamento a quelle che sono le politiche internazionali in ambito si pirateria e di lesione della proprieta’ intellettuale dei contenuti messi a disposizione sullo spazio web.


Tempi sempre piu’ duri all’orizzonte per amanti della cyberpirateria.

DOWNLOAD BROCHURE

Scarica la nostra brochure aziendale

brochure

RICHIESTA INFORMAZIONI

Vuoi maggiori informazioni sulla nostra azienda e i nostri servizi? Scrivici o richiedi un preventivo personalizzato: troveremo la soluzione adatta alla tua azienda!

contattaci subito!

 

CI PIACE CONDIVIDERE LE NOVITA', SOLO QUANDO SERVE!