News

Opera Software: la nuova preda di Facebook

Nuovi movimenti in casa Facebook: sembra che il gigante blu abbia espresso il proprio interesse a rilevare Opera. Un’operazione che potrebbe costare a Facebook circa 670 milioni di dollari.

Non conosce arresto l’ondata di acquisti del famoso social network Facebook. Dopo l’acquisizione di Instangram sembra che Facebook stia ora puntando a rilevare la società norvegese Opera con l’obiettivo di utilizzarne asset e tecnologia per sviluppare un proprio browser in aperta e diretta concorrenza con Microsoft, Google, Mozilla e Yahoo (che proprio la scorsa settimana ha presentato Axis).

Tutti ormai conoscono Opera, società nota per lo sviluppo di un browser sicuro, veloce e moderno. Secondo alcune fonti, quel che interessa maggiormente a Facebook di Opera è l’esperienza in ambito mobile, dove Facebook potrebbe fare il suo ingresso con un “Facebook browser”. L’ingresso in questo mercato è una tappa quasi obbligata per Facebook, dopo che anche Google, Microsoft, Apple, Mozilla e ora anche Yahoo! si sono lanciati in questo settore ottenendone dei grandi benefici.

Pagina Facebook di Opera Software

Massimo riserbo da entrambe le società. Né Facebook né Opera hanno infatti confermato l'ipotesi. Tuttavia la notizia che Opera avrebbe disposto un blocco delle assunzioni contribuisce a far pensare che la società norvegese stia valutando di dare una svolta al proprio assetto, non escludendo neppure l’ipotesi di un’acquisizione.

L’acquisto di Opera potrebbe essere per Facebook l’occasione di monetizzare gli accessi da smartphone: tale mossa darebbe a Facebook la possibilità di proporre un browser integrato con le proprie funzionalità, evitando i costi di sviluppo, e nello stesso tempo di partire avvantaggiato con una base di utenza notevole acquisendo il parco utenti di Opera Mobile ed Opera Mini - le tanto apprezzate edizioni per smartphone.

Così facendo Facebook potrebbe fornire accesso diretto a tutto un ecosistema di app, giochi e funzioni legate al social network stesso, dando vita a un vero e proprio "social browser" oltre che a dare consistenza economica alle visite dai dispositivi mobili.

Per Opera invece - che vanta 270 milioni di utenti per il suo browser in versione desktop e 168 milioni di utenti per la versione su smartphone - l'acquisizione potrebbe essere il trampolino di lancio per rientrare a testa alta nella guerra dei browser, dalla quale sembrava ultimamente un po' esclusa, stretta tra giganti come Chrome (che continua a mietere successi), Firefox ed Internet Explorer.

Un’operazione che, se andasse in porto, potrebbe costare a Facebook circa 670 milioni di dollari.

 

DOWNLOAD BROCHURE

Scarica la nostra brochure aziendale

brochure

RICHIESTA INFORMAZIONI

Vuoi maggiori informazioni sulla nostra azienda e i nostri servizi? Scrivici o richiedi un preventivo personalizzato: troveremo la soluzione adatta alla tua azienda!

contattaci subito!

 

CI PIACE CONDIVIDERE LE NOVITA', SOLO QUANDO SERVE!