News

Incentivi alle PMI per l'innovazione tecnologica - Anno 2018

incentivi 2018 pmi camera commercio veronaIl bando prevede uno stanziamento totale di € 1.000.000,00.

È previsto un contributo, concesso in regime “de minimis”, al massimo pari al 18% se micro o piccola impresa e al 9%, se media impresa, delle spese (al netto dell'IVA e di eventuali altre imposte e tasse) relative all'attuazione di una o più iniziative di cui all'art. 3 del regolamento, con un massimo di € 12.000,00 per impresa (€ 13.500,00 nel caso di impresa femminile o giovanile o € 13.500,00 nel caso di impresa iscritta nell'elenco di cui all'art. 8 del Regolamento per l'attribuzione del "rating di legalità").

Sono ammissibili progetti di importo non inferiore a € 7.000,00 al netto dell'IVA e di eventuali altre imposte e tasse.

 

CHI PUÒ CHIEDERE I CONTRIBUTI?

La Camera di Commercio eroga contributi alle imprese aventi sede legale e/o unità locale nella provincia di Verona per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica.

Possono partecipare al bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese (in breve PMI) e devono essere  in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale e/o operativa in provincia di Verona;
  • essere attive;
  • essere in regola con le iscrizioni al Registro delle Imprese e/o REA e agli Albi, Ruoli e Registri camerali, obbligatori per le relative attività.

 

QUANDO PRESENTARE LE DOMANDE?

Le domande possono essere inviate esclusivamente in modalità telematica dal 5 marzo 2018  al 12 marzo 2018, per spese sostenute dal 13 marzo 2018 al 31 gennaio 2019. Data entro la quale inviare la rendicontazione: 28 febbraio 2019.

 

AZIONI E CONTRIBUTI PREVISTI

È previsto un contributo, concesso in regime “de minimis”, al massimo pari al 18% (diciotto % ), se micro o piccola impresa, e al 9% (nove %), se media impresa, delle spese (al netto dell'IVA e di eventuali altre imposte e tasse) relative all'attuazione di una o più iniziative di cui all'art. 3 del regolamento, con un massimo di € 12.000,00 per impresa (€ 13.500,00 nel caso di impresa femminile o giovanile o € 13.500,00 nel caso di impresa iscritta nell'elenco di cui all'art. 8 del Regolamento per l'attribuzione del "rating di legalità").

Sono ammissibili progetti di importo non inferiore a € 5.000,00 al netto dell'IVA e di eventuali altre imposte e tasse. Sono considerate ammissibili le spese sostenute per:

  1. inserimento di metodologie di progettazione automatica collegata col processo produttivo (CAD);
  2. inserimento di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore (CAM);
  3. inserimento di metodologie di controllo globale della qualità del prodotto;
  4. inserimento di nuove tecnologie all'interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi;
  5. rinnovo per l'ammodernamento di macchinari ed impianti tecnologici con esclusione degli impianti previsti dall'articolo 1 del D.M. 37/08;
  6. inserimento di sistemi informatici e di telecomunicazione innovativi, esclusa la creazione di siti Internet e l'applicazione della normativa sulla privacy;
  7. installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza) - tali investimenti non sono soggetti all'esclusione di cui all'articolo 1 del citato D.M. 37/08.
  8. installazione di impianti idrosanitari nonché di trasporto, di trattamento, di uso, di accumulo e di consumo di acqua all'interno degli edifici a partire dal punto di consegna dell'acqua fornita dall'ente distributore - tali investimenti saranno ammissibili a contributo esclusivamente per le imprese identificate dai codici ATECO 2007 n. 56.1 (ristoranti e attività di ristorazione) e n. 56.3 (bar) - tali investimenti non sono soggetti all'esclusione di cui all'articolo 1 del citato D.M. 37/08.

 

PRIORITÀ E GRADUATORIA

L'ordine di precedenza nella graduatoria è determinato dall'ordine crescente dell'investimento ammesso a contribuzione.

Il costo complessivo dell’investimento (iva esclusa) su cui l’impresa richiede il contributo dovrà corrispondere all’importo totale del preventivo/dei preventivi presentato/i (iva esclusa). Non sarà possibile, pertanto, richiedere il contributo solo su una quota parte dell’investimento complessivo.

Visto il regolamento del bando per avere elevata probabilità di ammissione al contributo si dovranno presentare preventivi (o preventivo) il cui totale imponibile non superi i 7.000,00 euro circa (contributo di circa 1300 € per le piccole imprese).

 

Se vuoi maggiori informazioni per aderire al bando

CONTATTACI


DOWNLOAD BROCHURE

Scarica la nostra brochure aziendale

brochure

RICHIESTA INFORMAZIONI

Vuoi maggiori informazioni sulla nostra azienda e i nostri servizi? Scrivici o richiedi un preventivo personalizzato: troveremo la soluzione adatta alla tua azienda!

contattaci subito!