News

Mago.net: tutte le novita' del 2013

Riportiamo qui le migliorie apportate, suddivise in aree di competenza:

AREA COMMERCIALE / LOGISTICA
Invio documenti via posta certificata (PEC)
Gestione invio documenti via posta certificata (PEC) Nelle procedure batch di invio massivo (fatturazione differita, stampa e registra, evasione ordini ed invio estratti conto clienti/fornitori) oltre ad “invia e-mail” e' possibile indicare a quale tipo indirizzo mail spedire: “Tutti” “Posta Certificata”, “Normali”. Gli indirizzi PEC utilizzati possono essere definiti, nelle anagrafiche clienti/fornitori e relative sedi, aggiungendo il prefisso [C] in testa all'indirizzo mail o quelli letti dal campo PEC aggiuntivo nella sede principale.

CONAI
Variazione contributo Conai per carta e cartone
A partire dal 1° aprile 2013 il Contributo Ambientale Conai per gli imballaggi cellulosici passa da 10 a 6 euro a tonnellata. Nei dati di default e di esempio deve risultare il nuovo importo del contributo per la carta con inizio validita' 01/04/2013.

FINCATI
Fincati per cliente/fornitore
Si richiede di poter associare un diverso fincato a seconda del cliente/fornitore. Deve essere possibile associare un fincato per ogni tipo documento al singolo cliente/fornitore o alla categoria cliente/fornitore. In fase di stampa del documento Mago verifica se e' stato impostato un fincato particolare per il cliente/fornitore, se no per la sua categoria di appartenza, se no stampa il fincato di default previsto.

MAGAZZINO
Unita' di Misura di Default
Con l'introduzione della miglioria 4426 non e' piu' possibile modificare l'unita' di misura dell'articolo.
Per semplificare l'inserimento dei dati e poiché e' consigliabile che per ogni articolo sia specificata l'unita' di misura nei Parametri Articoli e' ora possibile specificare l'unita' di misura di default da proporre in inserimento di un nuovo articolo.

Default per Sede e Operatore
Poiche' diverse aziende hanno piu' sedi e piu' operatori vi e' di conseguenza la necessita' che anche i parametri di default siano differenziati. Un chiaro esempio e' la proposizione del deposito che dovra' sicuramente essere diverso nella sede di Genova piuttosto che nella sede di Milano. Per fornire al programma la massima elasticita' viene data la possibilita' di differenziare i default relativi a Ordini Vendite, Acquisti e Magazzino. Nell'anagrafica Matricola e' aggiunto il codice della Sede di appartenenza. Nelle diverse anagrafiche dei parametri e' possibile specificare se tali default sono validi per tutti (*,*), per una sede (Sede,*), per una matricola (*,matricola), per la matricola se associata ad una particolare sede (sede,matricola). E' possibile impostare dei default per sede/matricola anche nei Parametri Documenti Attivi/Passivi per tipo in modo da differenziare le opzioni in salvataggio dei diversi utenti, piuttosto che i blocchi o gli avvertimenti sulle varie operazioni. Oltre ai default gia' esistenti e' possibile specificare per Sede / Matricola il Deposito di default. Non e' invece possibile specificare i Registri IVA e Bollettari, in quanto gia' parametrizzabili a livello di Deposito. In modo da rendere chiaro all'utente quali saranno i Registri e Bollettari proposti in conseguenza al Deposito impostato, essi sono chiaramenti visualizzati.

ACQUISTI
Nota debito: parametri documenti per tipo.
Si richiede l'iserimento nei dati di esempio e nei default dei parametri per il tipo documento Nota Debito

CONTROLLO QUALITA'
Note in Ordine / Bolla di collaudo.
Si richiede di riportare nell'Ordine di Collaudo e successivamente nella Bolla di Collaudo le note inserite nella scheda
Controllo Qualita' dell'Anagrafica Articoli.
Si richiede inoltre di aggiungere un campo per ulteriori annotazioni nella Bolla di Collaudo.

VENDITE
Movimenti di reso
E' ora possibile modificare e cancellare i movimenti di magazzino di reso
Art.62 decreto liberalizzazione - cessione prodotti agricoli e alimentari
L’art. 62, DL n. 1/2012, c.d. “Decreto Liberalizzazioni”, ha introdotto una specifica disciplina finalizzata a favorire una maggior trasparenza ed efficienza nel settore agroalimentare evitando, in particolare, l’utilizzo di termini di pagamento eccessivamente lunghi e l’applicazione, da parte del contraente che dispone di una maggior forza commerciale, di condizioni contrattuali “ingiustificatamente” gravose. Vedi specifica di Progetto.

ENASARCO nei documenti di Vendita
A partire dal 2012 le Societa' di capitali che operano come Agenti, devono pagare una parte del contributo assistenziale alla fondazione ENASARCO. Prima tale contributo gravava completamente sulla ditta mandante, mentre ora una parte e' a carico della societa' di agenti. Siccome il versamento e' sempre e solo a carico della ditta mandante, al momento dell'emissione della fattura relativa alle provvigioni, la Societa' di agenti deve diminuire il totale da incassare della quota a suo carico, diminuendo quindi il suo credito verso il cliente (ditta mandante). Nei parametri Vendite / Parametri ritenuta d' acconto e' ora possibile indicare la percentuale di Enasarco a carico della Societa' di Agenti (0,20%) e il conto di costo da utilizzare come contropartita e la relativa Causale. Nei documenti di Vendita vengono aggiunti sia la percentuale che l'importo, con possibilita' di modifica della percentuale (nel caso di superamento dello scaglione dei 13 milioni di euro).

Solo le righe soggette a Ritenuta d'Acconto (apposito flag in vista di riga) sono soggette ad Enasarco.
Nel fincato della fattura e' stato aggiunto l'importo dell'Enasarco.
L'importo dell'Enasarco diminuisce l'importo della partita.
Es. fattura: Imponibile 1.000 + (IVA 21% = 210) – (RA 20% = 200) – (Enasarco 0,2% = 2) = 1000 + 210 – 200 – 2 = 1008 somma che il cliente deve pagare (importo partita).
Dal momento che l’enasarco viene applicato sulla base di una percentuale fissa impostata nei parametri, la miglioria consente di gestire il calcolo dell’enasarco in fattura anche per gli agenti persone fisiche. Evasione Ordini da Cliente - Data consegna confermata. Si richiede di aggiungere nella finestra 'Selezionare gli ordini da eleborare' della procedura Evasione Ordini da cliente il campo Data Consegna Confermata.

WAREHOUSE MANAGEMENT SYSTEM
Indentificazione Automatica Barcode: spostamento a menu'
Per rendere disponibile la gestione dei Barcode strutturati, anche in presenza di eventuali altri moduli oltre al WMS, e' stata spostata, dal menu' WMS al menu' delle Anagrafiche, la voce "Identificazione Automatica Barcode" ( con i relativi dataentry). Anche i Parametri Barcode che prima si trovavano in Parametri | WMS ora si trovano in Parametri | Anagrafiche.

Infine il report ItemLabel16.wrm e' stato spostato dal menu' WMS | Tabelle, al menu' Magazzino | Anagrafiche, invece ItemLotlabel.wrm al menu' Magazzino | Anagrafiche | Lotti . Per questo, chi effettua un upgrade a 3.9, deve correggere la Struttura Barcode di default per Report Stampa Etichette, reimpostando i nuovi namespace dei report. Al momento la funzionalita' e' comunque resa disponibile solo in presenza del modulo WMS.
Calcolo spese in DDT generato da Preshipping
Si richiede di aggiungere un nuovo parametro per stabilire come devono essere calcolate le spese sui DDT generati da PreShipping, nel caso in cui gli ordini versati abbiano delle spese manuali. Nella scheda Preshipping dei parametri WMS viene aggiunta la sezione.
Nei DDT generati da PreShipping

con le seguenti opzioni:

  •     Ricalcolo automatico delle spese
  •     Mantieni le spese del primo Ordine da Cliente evaso


WMS MOBILE
Ricevimento Merci per Resi da Clienti tramite WMS Mobile.
Si richiede di potere registrare i resi da clienti tramite WMS Mobile, dichiarando direttamente sul terminalino se l'articolo e' utilizzabile oppure da scartare. Nel documento di ricevimento merci per Resi lato server sono presenti le seguenti modifiche:

  •     viene aggiunto il bottone per importazione da mobile
  •     sulla riga del documento e' possibile specificare se l'articolo e' conforme o da scartare
  •     nella scheda Magazzino e' possibile indicare una zona diversa per gli articoli conformi o da scartare
  •     sia gli articoli conformi che quelli da scartare devono essere caricati in un deposito di WMS Sul terminalino 

La funzione di Ricevimento merci viene modificata nel seguente modo:

  •     nella prima videata viene ora richiesto se si tratta di un ricevimento Per Consegna da Fornitore o Per Reso da Cliente
  •     nel caso di reso si passa immediatamente alla videata di evasione documenti; qui e' richiesto il codice del cliente e, se si e' sotto copertura, il tipo di documento di carico (Reso da DDT / Fattura Immediata / Fattura accompagnatoria)

quindi sono elencati i documenti a partire dal piu' recente; nella videata degli articoli resi e' possibile specificare se l'articolo e' conforme o da scartare.
N.B. Nel ricevimento merci da resi da clienti gli scarti vengono caricati usando la stessa causale della merce conforme e quindi entrano sommando la disponibilita' di Magazzino del deposito stesso.

ANAGRAFICHE
Control indirizzi
E' stata migliorata la ricerca del control degli indirizzzi di google: ora viene utilizzato anche il tag "region" per una ricerca piu' accurata Ora e' possibile fare una ricerca anche con il solo codice postale. Sono state allargate le finestra che visualizzano i risultati della ricerca. E' stato aggiunto il codice della regione nella finestra che visualizza il risultato della ricerca.

Aggiunta codice ISO stato in anagrafiche
Aggiungere il codice ISO stato in anagrafica Produttori, Depositi e Risorse azienda.

Codici ISO stato
Nella tabella dei codici ISO viene aggiunto il campo Disattivo (Disabled) e il campo descrizione diviene di 64 caratteri. I soli paesi non disattivi devono essere mostrati in ricerca. Viene inoltre aggiunto il campo FiscalCode char(4) visibile solo in localizzazione Brasile. In localizzazione Brasile non deve essere possibile inserire, modificare, cancellare i dati nella tabella. Occorre fornire i dati di default per il Brasile come da file allegato, inoltre nei default parametri clienti fornitori e nei dati azienda deve esserci come ISO stato BR.

Copia budget clienti/fornitori con percentuale di variazione
Nella procedura di copia buget clienti/fornitori e' ora possibile indicare una percentuale di variazione con cui riportare i dati di budget o di consuntivo dell'esercizio precedente per generare quelli dell'esercizio in corso. Calcolo scadenze e calendario aziendale. Nelle Condizioni di pagamento e' ora possibile definire un nuovo tipo di calcolo delle scadenze, cioe' in base al Calendario aziendale. Tale calendario e' definibile nelle Anagrafiche | Azienda | Calendari e permette di indicare i giorni della settimana, i mesi, ed eventualmente altri periodi dell'anno esclusi, cioe' non lavorativi. In pratica nella determinazione delle scadenze non si tiene conto dei giorni/mesi esclusi, pertanto se una fattura viene emessa di lunedi' e la condizione di pagamento e' a 5 giorni, la scadenza sara' il lunedi' successivo (se sabato e domenica sono stati impostati come non lavorativi). Questo tipo di calcolo inibisce le seguenti opzioni: Anno commerciale, Giorno fisso, Arrotondamento giorno fisso, e il gruppo di campi relativi allo Spostamento scadenze in base ai mesi esclusi. La Data scadenza pagamento, non puo' essere impostata a Fine mese (solo Data da indicare o Data fattura). Le rate percentuali possono utilizzare questo tipo di calcolo. Per gli utenti che hanno il modulo della Pianificazione avanzata e' possibile inserire piu' di un calendario, in questo caso viene considerato il calendario di default inserito nei parametri Partite.

CONTABILITA'
Lettura facilitata nei report di bilancio
Nei report con lettura facilitata disabilitata, come i bilanci contabili, e' ora possibile selezionare tale funzionalita' in modo interattivo. Black List e nuovi Riferimenti incrociati La Black List usava la scheda Riferimenti dei documenti di Vendita e Acquisto per ricercare i legami tra fattura e nota credito al fine di capire se la nota credito si riferiva a fatture dello stesso periodo o di periodi o di anni precedenti. Ora questi legami vengono ricercati utilizzando i nuovi Riferimenti incrociati.

Regime IVA per Cassa
Cosi' come disposto dal Decreto attuativo pubblicato dal Ministero dell’economia e delle finanze, a partire dal 1° dicembre 2012 entrano in vigore le nuove disposizioni sull’IVA per cassa. Adeguato il programma alle nuove disposizioni di legge. Vedi specifiche di progetto.

Fatturato per Cliente/Fornitore - lista contabile
Nella stampa Fatturato per cliente e fornitore aggiungere la colonna partita IVA.

Filtro per nr. doc. fornitore in Saldaconto
Sarebbe utile avere nel saldaconto anche il filtro per nr. documento del fornitore (non solo protocollo)
Numero riferimento primenote annuale per gruppo
Nei numeratori non fiscali e' ora possibile indicare per il numero riferimento prima nota definitiva o previsionale di utilizzare una numerazione per gruppo annuale.
Un esempio di utilizzo e' per avere un numero riferimento annuale univoco per tipo (puro, emesso, ricevuto) utilizzando lo stesso codice gruppo in tutti i modelli contabili dello stesso tipo (puro, emesso, ricevuto). Nota bene: l'ultimo numero per gruppo contabile in caso di numerazione annuale viene gestito sempre con mese 12. Lentezza in Eliminazione prime note/trasformazione previsionali in definitive. Migliorate le prestazioni della cancellazione prime note e della trasformazione previsionali in definitive.

GESTIONE PARTITE
Procedure di chiusura partite clienti/fornitori e limiti in estrazione
Nelle procedure di chiusura automatica partite clienti/fornitori e' ora possibile scegliere di escludere o meno le rate di tipo effetto/mandato di pagamento e di considerare o meno un importo limite in estrazione. Report analisi incassi (per cliente e per agente)
I report di analisi di incassi, per cliente e per agente, calcolano la media giorni di ritardo o di incasso (se si analizza per data documento invece che data di scadenza) scegliendo fra calcolo matematico e calcolo ponderato. E' possibile stampare solo i clienti/agenti che hanno una media di giorni superiore ad un limite richiesto. Nel caso di effetto presentato e incassato ora viene utilizzata la data di incasso, se valorizzata, per calcolare la media dei giorni, ma anche per assegnare l'importo incassato nella fascia di periodo. Fino ad oggi i report utilizzavano la data di pagamento che nel caso di chiusura del cliente in presentazione effetti corrisponde sempre alla data di presentazione. Disattivando un apposito parametro e' possibile utilizzare comunque la data di chiusura dell'effetto invece che la data di incasso. Si ricorda che la data di incasso viene impostata automaticamente con la procedura di incasso effetti oppure puo' essere impostata manualmente nella scheda effetti della partita cliente.

Inoltre e' ora possibile escludere gli effetti presentati ma non ancora incassati selezionando il parametro Solo effetti incassati. Puo' essere utile selezionare il parametro se si chiudono le rate in presentazione effetti. Di conseguenza se non si attiva il parametro sono considerate anche le chiusure degli effetti presentati non ancora incassati e la media dei giorni, ma anche l'assegnazione dell'importo incassato nella fascia di periodo, viene calcolata utilizzando la data di pagamento, cioe' la data di chiusura della rata. Per quanto riguarda gli insoluti ora i report li escludono sempre. Per calcolare la media dei giorni, ma anche per assegnare l'importo incassato nella fascia di periodo, sugli incassi delle riaperture per insoluto viene considerata la scadenza originale dell'effetto e non la scadenza della riapertura. Disattivando un apposito parametro e' possibile utilizzare la data di scadenza della rata di riapertura dell'insoluto.

Invio mail alla sede pagamenti
Nella stampa dell'estratto conto clienti da cui e' possibile fare l'invio e-mail viene sempre proposto l'indirizzo e-mail principale del cliente, non viene letto quello impostato nella sede di intestazione pagamenti. Dato che ragione sociale e indirizzo del cliente proposto sulla stampa sono letti in base alla sede intestazione pagamenti impostata in anagrafica, sarebbe corretto che anche l'e-mail venisse letto dalla medesima sede. Nella finestra selezioni e' ora possibile decidere se forzare l'invio della mail alla sede invio pagamenti. Se il flag non e' impostato (default) o non esiste la sede invio pagamenti la mail viene inviata all'indirizzo mail della sede principale.

Addebito Spese per insoluto
Nella registrazione automatica in prima nota dell'insoluto si chiede che le spese per insoluto sia possibile registrarle separatamente dall'addebito dell'insoluto stesso sul conto della banca. In anagrafica banche azienda e' ora possibile indicare di registrare separatamente l'addebito delle spese, tale parametro viene utilizzato in sede di contabilizzazione dell'insoluto per generare una riga di addebito sul conto banca separata.

Riapertura reversali di incasso
Si richiede di poter automatizzare la procedura di insoluto su assegni non pagati e protestati. Con la gestione delle reversali di incasso e' ora possibile registrare in automatico la riapertura della rata, in modo analogo a quanto disponibile per le riaperture effetti insoluti. Per utilizzare la nuova funzionalita' e' necessario gestire l'assegno come una reversale. La registrazione contabile della riapertura utilizza il modello e la causale contabile indicati nelle contropartite e codici di default contabili dei Parametri.

CONTABILITA' ANALITICA
Budget in Analisi direct/full costing
Nelle Analisi mensili a Direct/Full costing per Centro di Costo o Commessa, aggiunte le colonne dei valori di Budget e relativo scostamento con il consuntivo. Collegamento tra movimenti analitici e righe registrazione contabile collegati ad una registrazione contabile potrebbero esserci piu' movimenti analitici, spesso i movimenti sono relativi allo stesso conto e a volte anche movimentati con lo stesso importo. Questa casistica nei report personalizzati che leggono informazioni dai movimenti analitici e movimenti contabili genera righe duplicate. Si richiede quindi di memorizzare nel movimento analitico l'identificatore della RIGA del movimento contabile che lo ha generato. E' stata implementata la gestione di un riferimento univoco (SubId) nelle righe di libro giornale. Tale campo, qualora il movimento analitico venga generato da prima nota, viene riportato in testa al movimento analitico. Il riferimento univoco di riga libro giornale, qualora sia compilato, consente di aprire, attraverso il bottone di collegamento, il movimento analitico corrispondente. Non e' prevista la valorizzazione del pregresso, in mancanza del riferimento univoco, il collegamento si basa sempre sullo stesso conto e importo.

AMMORTAMENTI
Disattivazione calcolo Ammortamento
Si ha la necessita' di sospendere l'ammortamento di alcuni cespiti e di riprenderlo al verificarsi di determinate condizioni, la soluzione di impostare la percentuale di ammortamento personalizzata a 0 (fiscale e di bilancio) non rende l'idea della sospensione. Aggiunta una scheda per disabilitare il calcolo dell'ammortamento fiscale e o di bilancio sul singolo esercizio fiscale.
N.B. la disabilitazione vale solo per gli ammortamenti su aliquota e NON per la durata. Eliminazione record esercizio successivo per cespiti dismessi. Nel caso di ammortamento di cespiti dismessi nell'esercizio, la procedura di ammortamento automatico cancella ora l'eventuale record di ammortamento presente nel nuovo esercizio. Analogamente la procedura di riporto valori iniziali cespiti.

Ammortamenti in analitica previsionale
Nella procedura di generazione movimenti analitici dagli ammortamenti e' ora possibile indicare se generare movimenti di tipo definitivo o previsionale.

INTRACOM
Tipo operazione Intra parametrico
Nell'inserimento righe degli Elenchi Intracomunitari il campo "Tipo Operazione" propone come default il valore "Fornitore iniziale". Si richiede la possibilita' di parametrizzare questo campo per permettere di selezionare come default uno degli altri valori. Nei Parametri Contabilita' (scheda Generali) e' ora possibile indicare l'impostazione del tipo operazione Intrastat da proporre nei documenti di acquisto/vendita (scheda Intrastat) e nei documenti intrastat di acquisti/cessioni (scheda Elenchi e Rettifiche).

PERCIPIENTI
Percentuali Enasarco con 3 decimali
A partire dal 2013 le percentuali Enasarco previdenza a carico azienda e a carico agente avranno 3 decimali. E' stato pertanto necessario modificare il programma per permettere l'inserimento del terzo decimale nei Parametri agenti, nei Modelli parcelle, nelle Parcelle, nel report Schede parcella e nel report Modelli parcella.
Contributo previdenza 2013
6,875% a carico azienda e 6,875% a carico agente (totale 13,75%)
I minimali sono: Monomandatari 800, Plurimandatari 400.
I massimali sono: Monomandatari 32.500, Plurimandatari 22.000 Contributo Assistenza 2013 (il pezzettino e' a carico dell'agente!)
Da euro 0.00 a euro 13.000.000 2,80% (2,40 + 0,40%)
Da euro 13.000.000,01 a euro 20.000.000 1,40% (1,20 + 0,20%)
Da euro 20.000.000,01 a euro 26.000.000 0,70% (0,60 + 0,10%)
Da euro 26.000.000,01 in poi 0,20% (0,15 + 0,05%)

EASYATTACHMENT
Procedura allega cartacei e setting su barcode duplicato
La procedura di Allega Cartacei recepisce i setting su barcode duplicato, sostituendo di default i documenti gia' esistenti se nei setting e' impostata l'azione 'sostituisci'.

EASYBUILDER
Bottone del control
Si richiede la possibilita' di definire con EasyBuilder i bottoni aggiuntivi di un control.
Gestione immagine di sfondo nella view e nella tab. E' adesso possibile impostare un'immagine di sfondo per la view e la tab dialog, sia da framework C++ che da EasyBuilder. Framework C++; metodo SetBackgroundImage EasyBuilder: proprieta' BackgroundImage. L'informazione da passare e' il percorso del file di immagine oppure il suo namespace se si trova nella struttura di cartelle standard.

TASKBUILDER FRAMEWORK
Microsoft Windows 8 e Microsoft Windows 2012
Supporto a Microsoft Windows 8 e Microsoft Windows 2012: e' necessario eseguire un'attivita' di test ed eventuali modifiche al programma per consentire il pieno supporto a Microsoft Windows 8 e Microsoft Windows 2012 in tutte le edizioni.

MAILCONNECTOR
Supporto per la PEC
Nei paremetri del protocollo SMTP del MailConnector e' stato aggiunta una casella di spunta per impostare il tipo di autenticazione SSL implicita richiesta da vari server di posta elettronica certificata tipo Aruba. Selezionare tale opzione comporta che l'invio delle mail utilizzera una libreria differente da quella usata precedentemente. Gli indirizzi email inseriti nelle varie colonne del database potranno essere prefissati dal tag "[C]", la lettera C e' l'iniziale della parola Certificata Nei parametri del MailConnector del protocollo SMTP e' possibile censire un secondo account di posta SMTP che sara' utilizzato per gli invi agli indirizzi email prefissati dal tag "[C]" Nel caso di un invio a destinatari eterogenei cioe' con indirizzi sia taggati che normali, il Mail Connector suddividera' in automatico i destinatari nelle due tipologie di invio in modo da utilizzare i due differenti account (e quindi le due differenti librerie).

MENU E GESTIONE LOGIN
Gestione documenti recenti, link a documento
E' adesso possibile attivare una scheda di menu contenente l'elenco dei documenti visitati di recente (Menu 'Attivita' | Visualizza storico documenti'). Dalla lista e' possibile aprire il documento desiderato cliccando sul link associato. Il comportamento e' disattivabile da parametro di console (Framework|Preferenze|EnableDocumentHistory). Il numero massimo di documenti in lista e' configurabile da parametro di console (Framework|Preferenze|DocumentHistory Count). Da un documento aperto, e' possibile copiare negli appunti la stringa di testo che indentifica quella particolare istanza (menu'|Attivita'|Copia collegamento documento', per poi copiarlo in un documento di testo. Da quest'ultimo, selezionando la stringa e trascinandola all'interno del menu, il documento viene aperto.

AMBIENTE DI SVILUPPO
Salvataggio fincato fatture
I fincati dei documenti di vendita non possono essere lanciati da EasyBuilder perche' usanto funzioni esterne e la variabile ownerID
E' stata aggiunta una proprieta' Context in cui e' possibile assegnae il Document da usare per le funzioni esterne.

TreeView
Introdurre nella classe CTreeViewAdvWrapper i metodi:
void SetUpdateTextNode(const CString& sNodeKey, const CString& text);
BOOL SetNodeAsSelected(const int& nIdx).

TASKBUILDER FRAMEWORK: WOORM
Google map link
Ai link di tipo Google-Map sono stati aggiunti dei nuovi parametri opzionali:
"Address" serve a specificare un campo indirizzo differente da quello su cui si attiva il link, e' necessario nel caso in cui questo ultimo abbia l'opzione multiriga.
"Latitude" e "Longitude" per le coordinate. Se sono entrambe valorizzate vengono usate direttamente loro per il geoposizionamento. "StreetNumber" e "FederalState" sono da valorizzare per la localizzazione funzionale brasiliana.

AREA MANUFACTURING
Movimentazione DB
E' stata creata la nuova tabella MA_BOMPosting che permette di tenere collegati, tramite cross references, i movimenti di magazzino generati dalla procedura

Consuntivazione Manodopera
Gestione dell'assegnazione preventiva e consuntiva di tempi di manodopera associata a matricole e squadre, mantenendo uno storico.

Versamento a magazzino da lavorazione interna da terminalino
Versamento a magazzino da lavorazione interna da terminalino Con la Produzione Base con la WMS la Consuntivazione non permette di chiudere (selezionare) un OdP se tutto il materiale non e stato prelevato.

Acceleratori in consuntivazione
Aggiungere i tasti per acceleratori pulsanti della toolbar in consuntivazione.

DISTINTA, CICLI E ANAGRAFICHE
Reingegnerizzazione documenti - sostituzione DBTSlaveBuferedSlavable con DBTSlaveBuffered
Distinta base - DBTBillOfMaterialsComp - sostituito il tipo DBTSlaveBufferedSlavable con DBTSlaveBufferred.

COSTIFICAZIONE (PREV. E CONS.)
Costificazione distinta base
La costificazione statica schedulabile deve consentire di scegliere se aggiornare o meno il costo standard e il costo di produzione.

Ricalcolo costi ad ogni versamento
E' stato aggiunto un parametro nei settings che permette di eseguire il ricalcolo dei costi consuntivi ogni volta che si esegue un versamento e non solo quando l'OdP e' terminato. Questa operazione permette di fare in modo che il valore sui movimenti di magazzino sia sempre uguale su ogni movimento di magazzino anche prima che l'OdP sia terminato. Per abilitare questo comportamento (o, meglio, per disabilitare il rialcolo dei costi solo quando si termina l'OdP) bisogna inserire nel file.

Manufacturing.config
C : \ < NOMEINSTALLAZIONE>\Custom\Companies\<NOMEAZIENDA>\Applications\ERP\Manufacturing\Settings\Users\<NOME UTENTE>\Manufacturing.config nella section MOConfirmation (da creare se non esiste gia'), il seguente parametro: <Section name="MOConfirmation"> <Setting name="CalculateConfimedMOOnly" type="bool" value="false"></Setting> </Section> ATTENZIONE: abilitando il ricalcolo ad ogni versamento e' possibile che la consuntivazione rallenti notevolmente in presenza di molti versamenti e materiali.

DOCUMENTI E PROCEDURE PRODUZIONE
Movimentazione DB
Nuova procedura che permette di cancellare i movimenti di magazzino creati tramite la procedura di movimentazione distinta base Nuovo report che visualizza i movimenti di magazzino creati tramite la procedura di movimentazione distinta base.

Lotto articolo di seconda scelta
In fase di consuntivazione di un articolo seconda scelta per un OdP di un prodotto finito gestito a lotti, se la seconda scelta ha lo stesso codice articolo del prodotto finito e la causale lo prevede, nei movimenti di magazzino di versamento dell'articolo di seconda scelta deve essere utilizzato il codice lotto presente sull'OdP. Come miglioria gia' presente per lo scarto.

Costi OdP
Abilitando il parametro Usa costi su fase e' possibile modificare i costi sulla fase solo se la fase e' Lanciata o In lavorazione ma non ha ancora prodotto nulla (non deve aver consuntivato ne quantita' ne tempi per questa fase). Potrebbe essere utile poter modificare i costi anche sulle fasi ancora in stato confermato.

Prelievo materiali mancanti
Sarebbe utile poter agganciare anche questa procedura dall'avanzamento di un OdP (Click destro all'interno dell'OdP) Oltre al Prelievo materiali mancanti, richiamare anche il Ricalcolo Costi dell'OdP.

CONTO LAVORO
Generazione ddt
Si richiede che il parametro per la velocizzazione della procedura di generazione DDT al fornitore per lavorazione esterna sia impostato di default a SI.

DOWNLOAD BROCHURE

Scarica la nostra brochure aziendale

brochure

RICHIESTA INFORMAZIONI

Vuoi maggiori informazioni sulla nostra azienda e i nostri servizi? Scrivici o richiedi un preventivo personalizzato: troveremo la soluzione adatta alla tua azienda!

contattaci subito!

 

CI PIACE CONDIVIDERE LE NOVITA', SOLO QUANDO SERVE!